Social Media Marketing

Come integrare Crm e Facebook

Nel tempo, Facebook ha introdotto funzionalità per le aziende di scalare la propria base di utenti. Quindi, gli annunci di Facebook sono stati lanciati a ottobre 2015, come bonus per gli addetti al marketing a raccogliere informazioni sui potenziali contatti dagli annunci per cellulari.

Ora le iscrizioni ai dispositivi mobili saranno facili. Con un solo tocco gli utenti raggiungeranno il modulo di registrazione e, in un altro tocco, lo invieranno. La compilazione dei moduli diventa sicura perché i dati vengono automaticamente prelevati dal profilo Facebook dell’utente, come nome, e-mail, ecc. La parte migliore è che gli annunci pubblicitari di Facebook sono sicuri e protetti dalla privacy. Le aziende non riceveranno alcuna informazione degli utenti fino a quando non fanno clic sul pulsante “invia”. Gli utenti possono evitare di lasciare l’app per compilare il modulo.

Interagire con gli utenti è come un ciclo continuo. Portarli su annunci lead mobili per convertirli in utenti a pagamento per mantenerli, il ciclo continua. Quindi, è necessario per i marketer mantenere un contatto costante con i lead ad ogni passo. Ora, farlo manualmente richiederà molto tempo ed energia. Tuttavia, gli strumenti di e-mail marketing salvano il giorno.

E’ possibile configurare l’ autoresponder e-mail in modo che l’interazione dell’utente non venga ostacolata in nessuna fase. Ad esempio, nel momento in cui un abbonato si registra dall’annuncio lead mobile, riceve e-mail automatiche che le accolgono. Il tuo annuncio principale su Facebook può terminare con un collegamento a “visita il sito web”. Qui, l’annuncio principale è una parte dell’intero processo di acquisizione e conservazione dei clienti. Il processo richiede inoltre di inviare una pagina pertinente dopo aver terminato il riempimento dei moduli.

Facebook Lead Ads aiuta le aziende a localizzare i propri utenti target e a connettersi con loro in modo efficace. Sia che tu stia vendendo libri o automobili o fornisci servizi come la ricerca di lavoro, un annuncio di lead generation mobile è ciò su cui ogni marketer si sta puntando. Con i consumatori che si spostano su dispositivi mobili in grandi blocchi, la richiesta dell’ora è quella di collegarsi a loro sui cellulari e convincerli a diventare i tuoi utenti a pagamento senza indugio.

Grazie ai social media, le persone condividono più informazioni su se stesse online che mai. Tutto ciò che le persone condividono su se stessi sui loro profili, comprese città d’origine, alma maters, posti di lavoro e hobby, può essere usato dai marketer e dalle vendite per personalizzare – e persino “hypertarget” – le comunicazioni. Con hypertargeting, gli operatori di marketing possono specificare quali segmenti di pubblico vedono quali annunci: persone con, ad esempio, “chief information officer” o “marketing” nei loro titoli di lavoro.

Le applicazioni Social CRM possono consentire agli utenti di visualizzare i profili dei social media e le connessioni all’interno dei lead e dei record dei contatti per saperne di più sui potenziali clienti e creare migliori relazioni con i clienti, migliorando la centralità del cliente delle loro interazioni.

E giusto in tempo. Le prospettive non tollereranno più un generico passo di vendite incentrato sul prodotto. Si aspettano che tu abbia fatto i compiti a casa sulla loro azienda, il loro settore e le preferenze personali, e di essere preparato.

Il World Wide Web delle informazioni era sovraccarico di contenuti, travolgendo gli utenti con troppe scelte. Il World Wide Web delle persone fa affidamento su quelli che ci piacciono e si fidano di filtri, fornendo informazioni che ci aiutano a decidere cosa leggere, cosa comprare e cosa fare. A causa della loro natura di trasmissione, Facebook e Twitter sono piattaforme ideali per il passaparola, il che significa che i clienti esistenti diventeranno un motore di ricerca critico.

Per far fronte a questa nuova realtà, le aziende devono ripensare il CRM da zero. Probabilmente dovranno investire di più nella fedeltà dei clienti e adottare misure per responsabilizzare i clienti con strumenti, informazioni e incentivi per essere un’efficace forza di vendita e marketing.

Questo è un momento emozionante per il CRM. Facebook, Twitter e altri social media hanno reso Internet migliore: finalmente è tutto sulle persone e non sulla tecnologia. I clienti possono finalmente diventare il vero punto focale del CRM.

In superficie, Facebook e CRM sono rivolti a gruppi opposti: persone che si collegano con gli amici e venditori che gestiscono opportunità. Tuttavia, il CRM si basa sulla premessa che più dati hai sui tuoi clienti, migliore sarà la tua gestione delle relazioni. E quando si tratta di raccogliere dati sulle persone, Facebook è in un campionato a parte.

Molti fornitori di CRM ora offrono modi per sfruttare il potenziale di raccolta dei dati di Facebook. Molti utenti pensano di “dover” integrare immediatamente il loro CRM con Facebook per rimanere pertinenti e competitivi – semplicemente non è così. L’integrazione di Facebook non è una panacea, è semplicemente un’altra opzione che può o non può essere adatta alla tua attività.

Decidere se l’integrazione di Facebook è giusta per te dipende in gran parte dai tuoi mercati di riferimento. Se sei B2B o B2C puoi fare la differenza nel scegliere se utilizzare questa funzione.

I social media in generale, e Facebook in particolare, sono un modo per le persone di condividere facilmente le cose con amici e familiari. Per la maggior parte delle persone, questo di solito comporta immagini, eventi della vita, citazioni significative e simili. Inoltre, non è insolito che le persone parlino degli acquisti recenti e delle interazioni con i clienti sui social media.

Ciò può rendere l’integrazione di Facebook / CRM utile per le aziende che si concentrano sulle vendite B2C. È possibile monitorare i social media per le citazioni sui prodotti, tenere d’occhio le prestazioni delle campagne di marketing e raccogliere dati utili su clienti e lead. In questo contesto, avere un feed di Facebook nel CRM dei tuoi venditori potrebbe fornire informazioni significative e utilizzabili.

Facebook può anche fornire informazioni per il servizio clienti. Se un cliente si lamenta del tuo prodotto su Facebook, il tuo team di assistenza può immediatamente iniziare a lavorare per risolvere il problema. Ciò non solo aiuta a mantenere un reclamo “virale”, ma dà anche alla tua squadra la possibilità di individuare le tendenze che potrebbero indicare un problema più ampio.

Quando si tratta di B2B, l’integrazione di Facebook non è altrettanto utile. Questo non è un limite di Facebook o del CRM, ma un riflesso di ciò che le persone condividono sui social media. Come suggerisce il nome, la maggior parte delle persone su Facebook è lì per la componente sociale. Non sono lì a discutere di acquisti commerciali o processi dietro quegli acquisti.

Non è insolito trovare un individuo su Facebook che parli delle sue nuove scarpe – ma quante volte vedi un’azienda parlare delle loro nuove stampanti? Quelle sono conversazioni interne e in genere non si trasformano in un feed di Facebook. La maggior parte delle aziende che hanno una pagina Facebook lo usano per pubblicizzare i propri prodotti e servizi, non per parlare degli acquisti che hanno fatto.

Allo stesso modo per problemi di servizio. I clienti commerciali in genere hanno aspettative di servizio clienti più elevate. Se hanno un problema, chiamano e ti fanno sapere che non si lamenteranno con i loro amici e familiari su Facebook.


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/welikecrm/public_html/wp-content/themes/vmagazine-lite/inc/vmagazine-lite-functions.php on line 704