Social Media Marketing

SEO e Social Media, un connubio perfetto

Social media marketing e SEO sono due strategie strettamente intrecciate. Entrambe sono organiche, strategie in entrata che si concentrano sulla costruzione di un’identità accattivante che attrae naturalmente i visitatori. Poiché i social media si basano su contenuti di alta qualità e una presenza visibile e forte del marchio, gli sforzi che spendi per il SEO possono migliorare doppiamente la portata dei tuoi social media e, come la maggior parte dei marketer di ricerca ti diranno, la tua presenza sui social media può aumentare notevolmente i tuoi ranking di ricerca .

Sfortunatamente, quando si discute su come i social media possono influenzare le classifiche di Google, la maggior parte dei marketer di ricerca non fornisce i dettagli. Piuttosto che discutere esattamente come e perché l’attenzione dei social media è in grado di migliorare il tuo SEO, è stato cancellato come una generalità, lasciando ai marketer dei social media chiedersi se le loro strategie siano effettivamente efficaci.Per rimediare a questo, ho compilato un elenco di sei pratiche sui social media che sono state dimostrate per potenziare efficacemente il tuo SEO.

Il numero totale di follower e connessioni contenuti nei tuoi profili di social media ha un’influenza significativa sulle tue classifiche. Una società con 100 follower su Twitter non riceverà quasi il bonus di classifica di una mega-corporation con un milione di Mi Piace su Facebook e un milione di follower su Twitter. Tuttavia, ci sono alcune clausole a questo; Google è in grado di rilevare la qualità dei tuoi follower, vale a dire l’acquisto di 100.000 follower seguiti da Twitter non farà molto per le tue classifiche generali. Invece, dovrai costruire il tuo seguito in modo organico.

La crescita del numero di follower è un processo lento, ma efficace a condizione che tu sia coerente. Presenta il tuo marchio in modo univoco e coerente, utilizzando la stessa voce per aggiornare i tuoi utenti su base giornaliera. Pubblica articoli utili, suggerimenti utili, richieste aperte e argomenti di discussione generici, quindi segui i tuoi utenti coinvolgendoli direttamente nella conversazione. Le conversazioni e gli impegni diretti dei clienti sono la chiave per costruire e mantenere un seguito considerevole e interattivo, poiché incoraggiano i seguaci attuali a tornare e aiutano a costruire la tua autorità per i nuovi potenziali seguaci.

I social media sono anche utili perché incoraggiano più siti esterni a collegarsi ai tuoi contenuti, e i più diversi link esterni che hai, più l’autorità guadagnerai agli occhi di Google. Naturalmente, il punto è che devi avere contenuti autorevoli di alta qualità, per cominciare. Altrimenti, non avrai nulla da usare per attrarre i link. In questo caso, i social media servono semplicemente come canale di trasmissione. I tuoi contenuti, supponendo che siano originali e utili, fungeranno da esca ei tuoi canali social fungeranno da bastoncini da pesca, mettendo l’esca davanti agli occhi giusti. Usa gli hashtag per ottenere visibilità per i tuoi primi turni di syndication e non esitare a portare i tuoi contenuti in discussioni e discussioni esistenti. Così facendo migliorerai la tua reputazione sociale come leader autorevole, ma soprattutto, massimizzerà le tue potenziali fonti di link esterne.

Questa strategia si basa anche su contenuti preesistenti, ma apre un canale secondario per la ricerca. Oltre agli articoli di notizie e alle voci del Knowledge Graph, Google tende anche a favorire gli aggiornamenti dei social media più popolari nelle sezioni principali delle sue SERP. È una posizione chiave, in qualche modo temporanea, che puoi ottenere assicurandoti che i tuoi post siano ottimizzati per l’opportunità.

Per prima cosa, avrai bisogno di un’ancora forte per il tuo post. Questo può essere un video, un’infografica o anche un link a un articolo dettagliato. Qualunque cosa sia, servirà da base per te e dovrai intitolarla in modo accurato e descrittivo. Successivamente, quando lo pubblichi, inquadra il fondotinta con un testo ottimizzato per un tipo specifico di ricerca. Ad esempio, se hai scritto un articolo dettagliato sulle migliori pratiche per preparare i biscotti di farina d’avena, puoi inquadrarlo con una query specifica come “Ti sei mai chiesto come preparare il biscotto perfetto per la farina d’avena?” Puoi anche inserire parole chiave stagionali nel mescola per massimizzare la tua tempestività e le tue possibilità di apparire nei risultati di ricerca.

La condivisione sociale contribuisce all’autorità di un marchio più o meno allo stesso modo dei link esterni. Per motori di ricerca come Google, qualsiasi indicazione di una fonte esterna verificabile che convalida il tuo marchio o il tuo contenuto è motivo di un piccolo miglioramento dell’autorità di dominio. Quindi, se puoi ottenere cinque persone per condividere il tuo post su Facebook, è grandioso, ma se riesci a farti condividere da 1.000 persone, è ancora meglio. Mi piace, condivisioni, preferiti, risposte e retweet contano tutti su questa maggiore autorità.

I social media offrono anche un’opportunità perfetta per impegnarsi nella comunità locale, inviando segnali di autorità locali specifici ai principali motori di ricerca. Ci sono alcuni modi per farlo, ma i due più semplici sono gli aggiornamenti ogni volta che la tua azienda viene coinvolta in un evento locale e interagisce con altri marchi e istituti locali sui social media.

Il primo è relativamente semplice; ogni volta che la tua azienda partecipa a un festival, una fiera o un altro evento locale, scatta foto e fa un post, invitando altri residenti locali a commentare. Ciò rafforza la tua partecipazione alla community e ti rende più visibile nelle ricerche locali.

Il secondo richiede un po ‘di ricerca; eseguire alcune ricerche per i giocatori locali e provare a interagire con loro su base regolare. Puoi condividere i post degli altri, essere coinvolti nelle rispettive discussioni o persino pubblicare blog degli ospiti sui rispettivi siti e condividerli sui tuoi canali social.

Questo può sembrare più di un vantaggio di branding rispetto a uno specifico vantaggio SEO, ma il vantaggio SEO è significativo. Aumentare la tua reputazione sui social media, aumentando il coinvolgimento e la syndication di contenuti di alta qualità, porterà ad una maggiore presenza del brand online. Questa maggiore presenza del brand porterà a Google più ricerche di marca, e più ricerche di marca vengono ricevute dal tuo marchio, maggiore è la probabilità di classificarsi per parole chiave non di marca. È una relazione complicata, ma inizia con una forte presenza del marchio sui social media e termina con una maggiore visibilità della ricerca su tutta la linea. Non esiste un modo specifico per migliorare la tua autorità se non quella di offrire al tuo pubblico un’esperienza di qualità, ma è da lì che tutto inizia.

Per la maggior parte, questi sono elementi fondamentali di una campagna di social media marketing di successo, e come con la maggior parte delle strategie SEO, si tratta di un principio di base: l’esperienza migliore che dai ai tuoi utenti, maggiore sarà il tuo posizionamento in Google . Comprendere le cause profonde degli effetti dei social media sulla SEO può aiutarti a dirigere e gestire meglio la tua campagna, offrendo agli utenti un’esperienza migliore e aprendo il canale più ampio possibile per i nuovi potenziali clienti alla ricerca del tuo marchio.


Warning: in_array() expects parameter 2 to be array, null given in /home/welikecrm/public_html/wp-content/themes/vmagazine-lite/inc/vmagazine-lite-functions.php on line 704